Ravenna Top Cup, terminata l’avventura dell’Agon – Sport e Vita

Ravenna Top Cup, terminata l’avventura dell’Agon – Sport e Vita

La squadra altamurana esce di scena con un po’ di rammarico

È terminata con cinque sconfitte in altrettante partite l’avventura dell’Agon – Sport e Vita nel torneo giovanile Ravenna Top Cup, della categoria “Giovanissimi”. Se vi avevo già raccontato dell’esito della prima partita giocata contro gli svedesi del Rosengard, oggi faremo un resoconto sulle altre partite. La seconda ha visto la squadra altamurana affrontare i campani della Football Project ed è terminata con la sconfitta per 1 a 0. I ragazzi guidati da mister Nicola Denora hanno subito il gol a freddo e, nonostante una reazione immediata e le tante azioni offensive, complice anche un pizzico di sfortuna, non sono riusciti a raddrizzare l’esito della gara. Ci si aspettava il riscatto nella terza partita, la prima giocata ieri, che vedeva come avversari i toscani dell’ACD Rosella, ma anche in questo caso la sfortuna ci ha messo lo zampino. Un virus intestinale ha colpito cinque giocatori altamurani e quindi l’Agon – Sport e Vita è scesa in campo in formazione ampiamente rimaneggiata. Nonostante ciò, i giovanissimi altamurani  hanno comunque lottato caparbiamente senza però poter evitare la sconfitta per 3 a 0.
La quarta e la quinta partita sono state disputate con due squadre di professionisti, rispettivamente contro Sud Tirol e SS Lazio e sono arrivate altrettante sconfitte, comunque preannunciate. In  entrambe i ragazzi altamurano hanno lottato con coraggio e caparbietà, limitando i danni data la situazione di emergenza.
Mister Nicola Denora non nasconde la sua amarezza per la sfortuna che sembra essersi accanita contro la sua squadra: “L’indisponibilità di cinque elementi, in un torneo come questo, con cinque gare di qualificazione nell’arco di due giorni e mezzo  è risultato troppo pesante,  tenendo conto che si giocava anche contro  pari età che giocano in settori giovanili professionisti”. Poi ha aggiunto: “Resta l’amaro in bocca per non aver potuto disputare il torneo giovanile più importante d’Europa al massimo delle nostre potenzialità ma rimane  la consapevolezza che i nostri ragazzi, nei momenti di difficoltà hanno  dimostrato di avere carattere e personalità,  capacità di reazione e orgoglio. Questa esperienza sicuramente li ha arricchiti e maturati e adesso sono più pronti ad affrontare il campionato giovanissimi che inizierà a fine settembre. E noi siamo  orgogliosi dei nostri piccoli atleti”.
Per i giovani calciatori altamurani, dunque, nonostante le difficoltà incontrate, quella del torneo romagnolo è stata un’esperienza formativa che tornerà utile per il proseguo della stagione. Per la cronaca il torneo è stato vinto dall’Empoli che ha battuto in finale il Parma per 3 a 1.

Allegati

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: